PROTESI METAL FREE

Lascia i tuoi dati per entrare in contatto
con il dott. Raimondo Pische

Per un contatto diretto
chiama lo 041 55 40222




PROTESI METAL-FREE

Sono oltre 20 i metalli utilizzati per le protesi endorali: corone (capsule), perni, circolari, scheletrati, barre e controbarre, viti e attacchi. Di nessuno di questi è dimostrata la biocompatibilità. L'Odontoiatria Biologica, per essere definita tale, non solo deve intendere una moltitudine di concetti, tecnologie e metodologie di lavoro indirizzate al rispetto biologico della vita stessa ma deve anche avvalersi di materiali affini.

Perchè scegliere protesi Metal-Free:

Come per l’implantologia, le problematiche derivate dall’uso di metalli endorali sono soprattutto causate dall’ “effetto pila”, 2 o più metalli messi in contatto da un fluido conducente, nel nostro caso la saliva.

Ossidazione, corrosione, rilascio di ioni metallici e correnti elettrogalvaniche possono solo causare effetti negativi alla salute o al benessere della persona stessa.

Suggeriamo l’utilizzo di protesi Metal-Free in particolar modo a pazienti allergici, con le intolleranze più varie, con situazioni di scarsa reattività del sistema immunitario etc.

Nel dettaglio…

Affinché venga ridotto al minimo l’impatto antigenico dell’intervento odontoiatrico sono disponibili materiali alternativi e sostitutivi anche in questi casi:

  • Per la protesi fissa
    compositi ad altro grado di resistenza, policarbonati e polimeri, disilicato di litio e zirconia, ceramiche etc.
  • Per la protesi mobile
    resine anallergiche, compositi, protesi elastiche.

Il tutto in linea con i principi di biocompatibilità.